Whistl: tecnologia per difendersi dalle violenze sessuali

Può la tecnologia venire incontro alle nostre esigenze? Certo che sì, è il suo obiettivo. Questo gruppo di ricercatori di Pittsburgh hanno dato una risposta interessante al tema della protezione attiva contro la violenza sessuale.

Partendo dal presupposto che ognuno di noi ha sempre con se uno smartphone hanno deciso di costruire una case in grado di emettere un suono stordente (120Db) e luce a intermittenza bianca, molto forte.

Non so se funzioni o meno, ma il progetto è sicuramente lodevole.
In bocca al lupo. (per saperne di più: https://www.kickstarter.com/projects/lifeshel/whistl-a-smartphone-case-that-aims-to-deter-sexual?ref=category)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>